Ottimi risultati per quanto riguarda il nuovo servizio di Legambiente messo in piedi in sinergia con i cittadini attivi della Lunigiana.

Le “Ecosegnalazioni”, questo il nome dello strumento che tutta la popolazione può utilizzare, sono state numerose e continuano ad arrivare da tutti i Comuni del territorio. La città che però registra più segnalazioni in materia di abbandono dei rifiuti è Aulla, ricca di discariche abusive a cielo aperto, di accumuli di sacchi neri lungo le strade e di rifiuti gettati dalle auto ai margini delle carreggiate.

Nonostante diversi cittadini si siano mostrati sensibili al tema, tanto che le segnalazioni sono arrivate a toccare quota cinquanta, stiano aiutando Legambiente Lunigiana a salvare il territorio da chi pecca di educazione e civiltà, il lavoro da fare è ancora molto.

“In molti casi – commenta Luigi Ringozzi, presidente di Legambiente Lunigiana – non abbiamo avuto riscontri dalle amministrazioni, ma ci aspettiamo invece che intervengano prontamente per rimuovere i rifiuti, soprattutto in questo periodo in cui la Lunigiana dovrebbe splendere data l’affluenza turistica che la caratterizza. Ricordiamo che i sindaci sarebbero la prima autorità sanitaria all’interno del proprio Comune.

Quindi, ricordiamo a tutti che fare un’ecosegnalazione è semplicissimo ma, soprattutto, fondamentale per proteggere il territorio da chi non vuole rispettarlo e rispettarci.

Scattate una foto e mandatecela tramite messaggio privato, segnalando la zona, la frazione e il Comune interessati, oppure via mail all’indirizzo legambientelunigiana@gmail.com .

Più sarete precisi e più la segnalazione andrà a buon fine, poi ci penseremo noi a fare tutto il resto!

Se non avete la possibilità di raggiungerci via web, telefonateci allo 0187 422598.

Dai anche tu il tuo contributo per mantenere il nostro territorio più pulito: la Lunigiana non è una discarica e solo uniti possiamo farla tornare a splendere di nuovo!